Normativa vigente relativa ad agevolazioni fiscali per donazioni

Medicus Mundi Italia (MMI) ONLUS è una ONG - Organizzazione Non Governativa riconosciuta idonea ai sensi della legge n. 49 del 26/02/1987. Il privato o l'impresa che effettuano una donazione a MMI possono decidere liberamente il trattamento fiscale di cui beneficiare.

Per le persone fisiche

In base alla normativa applicata alle donazioni a favore delle ONLUS:

  • l'erogazione è detraibile dall'imposta lorda ai fini IRPEF per un importo pari al 24% per il 2013 e del 26% dal 2014 dell'erogazione stessa, sino ad un valore massimo di € 2.065,83 (art. 15, i-bis) del D.P.R. 917/1986 così come modificato dalla legge nr. 96/2012 (art. 15 comma 3);
  • l'erogazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00, ai sensi della cosiddetta "Legge più dai meno versi" (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005).

In alternativa, in base al regime fiscale applicato alle erogazioni liberali alle ONG:

  • dedurre dal reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato (art. 10, comma 1 lettera g del D.P.R. 917/86);

Per le società

In base alla normativa applicata alle donazioni a favore delle ONLUS:

  • l'erogazione è deducibile per un importo non superiore a € 2.065,83 o al 2% del reddito d'impresa dichiarato (art. 100, lettera h) del D.P.R. 917/1986;
  • l'erogazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00, ai sensi della cosiddetta "Legge più dai meno versi" (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005).

*********

Si tenga comunque presente che:

  • Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.
  • Ai fini della detraibilità/deducibilità dell'erogazione, il versamento deve essere eseguito obbligatoriamente tramite operazioni bancarie: con bonifico, assegno bancario o carta di credito online, oppure attraverso operazioni postali.
  • Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.

Per conoscere la soluzione più adatta, è bene rivolgersi al proprio consulente fiscale di fiducia o al CAF di riferimento, conservando:

  • la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
  • l'estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
  • l'estratto conto del proprio conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico o RID.

pdfScarica il PDF

Brescia, 30 dicembre 2015

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.